Amministrazione Straordinaria del Gruppo Gaia

Con Decreto Ministeriale (Ministero dello Sviluppo Economico) del 2 agosto 2007 sono state ammesse all’amministrazione straordinaria di cui al Decreto Legge 23 dicembre 2003 n. 347 convertito con modificazioni dalla legge 18 febbraio 2004 n. 39 “Misure urgenti per la ristrutturazione industriale di grandi imprese in stato di insolvenza” e successive modifiche e integrazioni (c.d. legge Marzano) le seguenti società:

Consorzio G.A.I.A. – Gestione Associata Interventi Ambientali S.p.A. – Colleferro

SARI S.p.A. Frosinone

Agen.s.e.l. – Agenzia servizi Enti locali S.r.l. Colleferro

Gaiagest S.r.l. (procedura n. 05/07) – Colleferro

Mobilservice S.r.l. (procedura n. 06/07) – Colleferro

Ge.p.ind. S.r.l. (procedura n. 07/07) – Colleferro

Gai.ser. S.r.l. (procedura n. 08/07) – Colleferro

Fiuggiterme S.r.l. (procedura n. 09/07) – Fiuggi (FR)

Fema Sud S.r.l. (procedura n. 10/07) – Frosinone

Lo stesso Decreto ha nominato il dott. Andrea Lolli Commissario Straordinario.

Con sentenze del 13 agosto 2007 il Tribunale di Velletri dichiarava lo stato di insolvenza delle nove società e nominava Giudice Delegato la dott.ssa Raffaella Calvanese. Successivamente le stesse funzioni sono state assegnate al Presidente del Tribunale Fallimentare dott. Antonino Pasquale La Malfa e dall’ottobre 2015 i giudici delegati delle diverse società sono:

Consorzio Gaia S.p.A. (procedura n. 02/07) dott.ssa Francesca Aratari

SARI S.p.A. (procedura n. 03/07) dott.ssa Barbara Affinita

Agen.se.l. S.r.l. (procedura n. 04/07) dott.ssa Francesca Aratari

Gaiagest S.r.l. (procedura n. 05/07) dott.ssa Barbara Affinita

Mobilservice S.r.l. (procedura n. 06/07) dott.ssa Francesca Aratari

Ge.p.ind. S.r.l. (procedura n. 07/07) dott.ssa Barbara Affinita

Gai.ser. S.r.l. (procedura n. 08/07) dott.ssa Francesca Aratari

Fiuggiterme S.r.l. (procedura n. 09/07) dott.ssa Barbara Affinita

Fema Sud S.r.l. (procedura n. 10/07) dott.ssa Francesca Aratari

Al momento dell’ammissione all’amministrazione straordinaria e della dichiarazione dello stato di insolvenza, le società, di cui Consorzio Gaia era la capogruppo, erano attive nel settore ambientale ed in quello termale (Fiuggiterme), servivano 43 Comuni, gestivano la discarica comprensoriale ed i termovalorizzatori di Colleferro ed avevano alle loro dipendenze circa 1.100 lavoratori.

Il passivo accertato era pari a circa 331 milioni di euro al netto dei debiti infragruppo, 382 milioni al lordo degli stessi. Il debito ammesso al passivo e reso esecutivo dal Giudice Delegato assommava, al 1.12.2011, a circa 355 milioni di euro.

Il Commissario predisponeva un Programma di ristrutturazione per il settore ambientale ed un Programma di cessione per l’attività termale.

Il ramo d’azienda di Fiuggiterme veniva ceduto con effetto dal 1° ottobre 2009 alla società Terme di Fiuggi SPA e Golf S.r.l. di Fiuggi.

All’esito negativo del Programma di ristrutturazione, per l’impossibilità di reperire un Assuntore, il Commissario otteneva dal Ministero l’approvazione di un Programma di cessione con cui venivano individuati:

Il Ramo ambientale (servizi, discarica e termovalorizzatori) facente capo alle cinque “società cedenti” Consorzio Gaia, Agensel, Gaiagest, Mobilservice, Gaiser; questo ramo comprendeva anche la partecipazione del 60% detenuta da Consorzio Gaia in EP Sistemi S.p.A., proprietaria di uno dei due termovalorizzatori di Colleferro, il cui socio di minoranza era ed è AMA S.p.A. di Roma.

Il Ramo d’azienda (anch’esso ambientale) di SARI S.p.A. consistente nella gestione del servizio di trasferenza per alcuni Comuni in provincia di Frosinone.

Il Ramo d’azienda “Fonte Meo”, avente ad oggetto la coltivazione di due concessioni minerarie (acque minerali) in Comune di Gavignano (Roma), di proprietà di Consorzio Gaia.

Il ramo d’azienda di SARI S.p.A. è stato ceduto con effetto dal 1° marzo 2013 alla Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. di Monza.

Il ramo d’azienda delle cinque società cedenti è stato ceduto con effetto dal 1° agosto 2013 a Lazio Ambiente S.p.A. di Roma.

La stessa Lazio Ambiente ha acquistato le azioni di EP Sistemi di proprietà di Consorzio Gaia in data 23 ottobre 2015.

Dopo l’esito negativo di precedenti tentativi di cessione, è in corso (giugno 2016), d’intesa con la Regione Lazio, la predisposizione di un bando per la vendita dei beni e per il trasferimento delle concessioni minerarie del complesso denominato “Fonte Meo”.

Sei qui: Amm.ne Straordinaria del Gruppo Gaia